Piano di studi

Le ore di formazione

Il percorso formativo è di complessive 452 ore di cui 200 d’aula e si sviluppa lungo un arco di un anno, gli incontri si svolgono una volta al mese circa nel weekend ed è previsto un Seminario Residenziale di 3 giorni oltre a 8 incontri in webinar di 4 ore cad.

Quattro aree formative

La formazione si sviluppa secondo quattro aree formative come da protocolli SIAF Italia:

  • Orientamento professionalizzante
  • Comunicazione e abilità professionali
  • Sviluppo personale
  • Pratica professionale 

L’obiettivo è quello di formare Operatori Olistici del Suono che abbiano una visione a 360° e possano cogliere con sensibilità, intuizione e professionalità le necessità del cliente e dei gruppi con i quali lavorano.

Orientamento professionalizzante

L’allievo è guidato dal punto di vista teorico e pratico alla scoperta delle tecniche olistiche connesse al mondo dei suoni fino a raggiungere un ottimo livello di pratica e di capacità nel gestire il trattamento olistico sonoro con il cliente.

Comunicazione e abilità professionali

Questa area riguarda l’acquisizione di abilità comunicative e relazionali per l’ interazione con clienti e gruppi.

Uno sguardo particolare viene posto sulla capacità di ascolto e l’ utilizzo delle domande, (tecniche di counselling), unite a momenti di comunicazione attraverso l’espressività e l’arte e una conoscenza delle proprie origini (genogramma) per l’acquisizione di una maggior consapevolezza di sé e un miglior equilibrio relazionale in ambito professionale.

Sviluppo personale

L’obiettivo dei seminari relativi a questa area è quello di ampliare lo sguardo del futuro Operatore Olistico del Suono e conoscere strumenti alternativi e addizionali da integrare nella sua professione per aiutare il cliente ad aprirsi al viaggio nel suono e migliorare il proprio stato di benessere.

Pratica professionale

Seminari di sperimentazione pratica che coinvolgono l’allievo nelle vesti di ricevente e di operatore per accrescere la sensibilità e l’intuizione nella relazione sonoro-corporea e stabilizzare un ottimo grado di professionalità unita a doti di umanità e comprensione.

Il tirocinio è un momento formativo molto importante perché dà all’allievo la possibilità di mettersi in gioco e scoprire le proprie capacità e i propri limiti verso un miglioramento personale e professionale.

L’esperienza di tirocinio orienta nella scelta tematica dell’elaborato finale, 30 cartelle che danno sostanza agli studi svolti e all’esperienza pratica costituendo una traccia da seguire durante i primi passi nell’ambito professionale.

Un importante risorsa per l’allievo sono le sessioni tutorial che potrà effettuare con i responsabili della formazione ricevendo utili indicazioni per migliorare il proprio lavoro con i futuri clienti.

Durante l’anno gli allievi saranno costantemente seguiti e potranno confrontarsi con insegnanti e colleghi sul percorso suono-vibrazionale, condividendo eventuali dubbi e problemi. Infine, durante le giornate di pratica, gli allievi avranno l’opportunità di  arricchirsi reciprocamente attraverso lo scambio di sessioni suono-vibrazionali supervisionate dagli insegnanti. . 

Percorso formativo extra-aula – 252 ore

  • Lavoro personale di ricerca
  • Tutoring e trattamenti tutorial
  • Formazione personale-attività extra didattica
  • Tirocinio
  • Elaborato finale

Contattaci ora

Campane tibetane RnS 2 (approfondimento)

Dalla crescita interiore alla conoscenza dei segreti nell’utilizzo delle ciotole sonore

Un intenso seminario guiderà i partecipanti ad approfondire la conoscenza delle campane tibetane per affrontare a livello professionale una sessione suono-vibrazionale individuale con le competenze necessarie.

Prima di immergersi nella tecnica, nella pratica e nelle macro-aree di un trattamento professionale la giornata si aprirà con uno sguardo agli insegnamenti buddhisti raccolti nelle sei Paramita, il cammino di consapevolezza che ognuno di noi dovrebbe affrontare per attraversare il grande fiume della vita, più precisamente per andare nella giusta direzione.

Queste tappe graduali di evoluzione interiore verranno analizzate e vissute grazie agli insegnamenti del Suono, attraverso esperienze di gruppo e individuali con utilizzo della campana, del corpo, della voce e l’apertura del cuore.

Nella seconda parte del seminario si entrerà nel focus del pensiero filosofico ed esperienziale di Rinascere nel Suono per quanto riguarda il processo in divenire di una sessione suono-vibrazionale, analizzato e condiviso nelle sue macro-aree.

All’interno di ognuna di esse, verranno insegnate varie tecniche e ogni allievo, pur nella matrice comune, potrà iniziare ad ascoltarsi, a incontrare i propri talenti e a valorizzare le proprie competenze, sostenuto e incoraggiato dall’insegnante.

Vuoi saperne di più sulle campane tibetane? ⇒

  • meditazione sonora di apertura, armonizzazione del gruppo
  • una serie di pratiche con le campane, il corpo, la voce attraverso l’esperienza del Suono per riconoscere se stessi in cammino nella conoscenza delle 6 paramita. La generosità: punto di partenza nella pratica del Suono – prendere l’impegno di suonare con regolarità: un strumento di crescita – sviluppare la pazienza: qualità fondamentale nel cammino verso il Suono – l’aspirazione: chiave per innamorarsi di questa professione – concentrazione: antidoto alla nostra instabilità emozionale – nel Suono, verso la meta finale: la saggezza
  • riparazione dell’aura
  • un contributo sciamanico: la rosa dei venti – gli elementi nel Suono
  • prepararsi a una sessione suono-vibrazionale: centratura
  • le macro-aree di una sessione Suono-Vibrazionale secondo la metodologia RnS
  • dalla connessione alla risonanza, verso la sacralità dell’Uno
  • prime esperienze di valutazione energetica del chakra con campane, pendolo, test kinesiologico, etc.
  • creare rilassamento con le campane tibetane
  • liberare le energie bloccate nei chakra
  • riequilibrare la funzione dei centri energetici
  • dimostrazione di una sessione suono-vibrazionale RnS
  • esperienze in coppia di sessioni suono-vibrazionali con riferimento alle macro-aree RnS.
  • improvvisazione di gruppo propedeutica alla conduzione di una armonizzazione
  • la costruzione di un rituale nella sessione suono-vibrazionale – esperienze in piccolo gruppo
  • approccio all’utilizzo della voce nella sessione suono-vibrazionale con le campane tibetane
  • ascoltare veramente: percezione uditiva e valutativa dei suoni
  • approfondimento teoria armonici, cimatica
  • test di autovalutazione e condivisione generale della giornata

Rinascere nel Suono mette a disposizione molte campane tibetane di varia foggia e provenienza (tibetane, indiane, nepalesi, argentine, nuove, antiche, etc) e offre agli allievi la possibilità di incontrare la propria compagna di viaggio. Nella giornata verranno utilizzati anche sonagli, koshi, cimbali e altri piccoli strumenti

Al termine della giornata formativa viene inviato in pdf una dispensa che l’allievo può integrare con gli appunti presi a lezione – è possibile registrare l’audio degli incontri.

Questo secondo incontro sulle campane tibetane è affidato al M° Giovanni Casanova, responsabile della formazione Rinascere nel Suono. Partecipa all’incontro la/il tutor che segue il gruppo tutto l’anno, anello di congiunzione tra gli allievi e i diversi insegnanti.