Nel colloquio interpersonale l’operatore e il cliente danzano nel fluire delle parole, nel gioco degli sguardi, delle mani e dei movimenti.

Se il focus dell’incontro dedicato alla comunicazione consapevole era centrato sulla capacità del professionista di essere congruente nel suo comunicare a livello verbale e sul piano non verbale, qui si tratta di porre l’attenzione sulla modalità relazionale più importante da parte del professionista, quella dell’ascolto.


Non stiamo parlando di un atteggiamento ma di una vera e propria modalità relazionale: un ascolto a tutto campo: la parola, il ritmo dell’eloquio, il tono della voce e le sue variazioni, la postura propria e del cliente, il campo energetico percepito, gli odori, i colori, le emozioni, il cosiddetto imprinting dei primi 10 minuti…., etc etc.

Curiosità professionale

Importanza particolare hanno le ombre che il cliente porta in sessione, di fronte a queste e a tutto il bagaglio del cliente serve disponibilità, attenzione e professionalità ma soprattutto una qualità fondamentale da parte dell’operatore: la curiosità.


Una curiosità speciale, di tipo professionale, di chi vuol conoscere, esplorare, scoprire, aiutare ricercare con l’umiltà e la consapevolezza di non conoscere per nulla la persona che abbiamo di fronte anche se la nostra esperienza e il nostro presunto “fiuto” a volte ci vorrebbero far credere il contrario.

Altri contenuti formativi RnS

  • come effettuare il primo contatto con il cliente
  • come accogliere il cliente in modo efficace
  • l’importanza del setting
  • come parlare col cliente e ascoltare col cuore la sua storia 
  • quali eventuali problemi potremmo incontrare durante gli incontri

 

Programma formativo Ascoltare il cliente (Webinar)

Dom10Mar10:0018:00ASCOLTARE IL CLIENTE 1Riservato Allievi 3A/3B RnS – Webinar10:00 – 18:00 Webinar onlineTipologia::Formazione

Mer15Mag18:3022:30ASCOLTARE IL CLIENTE 2Riservato Allievi 3A/3B RnS – Webinar18:30 – 22:30 Webinar onlineTipologia::Formazione

APPROFONDISCI LE SEZIONI DI CRESCITA PERSONALE  UTILIZZATE NELLA FORMAZIONE DI RnS