tamburo

Tamburo Sciamanico: vibrare con il battito del cuore del cosmo

Nella simbologia sciamanica il tamburo è il battito del cuore ed il suo suono ci fa vibrare insieme al cuore del cosmo. E’ il linguaggio che unisce il Padre Cielo alla Madre Terra e che si esprime con la potente voce del tuono.

E’ anche il mezzo di trasporto attraverso il quale lo sciamano si sposta nei diversi mondi: il suo battere ritmato lo porta verso altri stati di coscienza, verso la trance, verso lo Spirito.

E’ nel ritmo interiore che affondano le antiche radici del tamburo, nascendo con lo scopo di amplificare l’atto percussivo di battere le mani o qualsiasi altra parte del corpo.

Sommario contenuti sul Tamburo Sciamanico RnS:

Benefici del tamburo sciamanico

Il tamburo può essere utilizzato non solo come accompagnamento per il canto, la danza o la meditazione ma anche come strumento terapeutico.

La vibrazione sonora del tamburo è stata usata per migliaia di anni in diverse culture per curare e mantenere l’uomo in uno stato di salute psico-fisica.

Il tamburo, riconnettendoci al nostro cuore, può insegnarci a non frammentare e separare sempre, sia dentro che fuori di noi.

Ci aiuta a lasciar crollare barriere e pregiudizi, ad incontrare l’altro nel gioco, in una condivisione più autentica, senza aspettative o giudizio.

Ci accompagna nello sviluppare una nuova percezione del mondo che è specchio di noi.

Ci sostiene nell’essere meno razionali, meno bloccati nella dimensione mentale. Prezioso, quindi, aprirsi il più possibile all’esperienza senza giudizio.  

Il suono, inoltre, per sua stessa natura ha il grande potere di connetterci al qui e ora, al momento presente.

Come si suona il tamburo sciamanico

Non esistono reali limiti all’apprendimento dell’utilizzo del tamburo e quello di cui si ha più bisogno è semplicemente la pratica. Per allenarsi possono aiutarci anche la voce e tamburellare con un piede.

Anche solo a partire dalle sillabe che formano il proprio nome si può cominciare a battere un primo ritmo col tamburo.

L’intera superficie del tamburo è ricca di sonorità diverse fra loro. Sperimentare, esplorare il tamburo battendo in punti diversi ci rende consapevoli dei suoni che può generare e di quelli che vogliamo, di volta in volta, andare a cercare.

Se si è destrorsi il tamburo va impugnato con la mano sinistra e tenuto ad una inclinazione di 45°. Il battente si impugna con la mano destra circa a metà della sua lunghezza con il pollice rivolto verso l’alto, in ogni caso trovandosi comodi nell’afferrarlo e muoverlo.

Il braccio destro va tenuto morbido il movimento innescato soprattutto attraverso il polso.
In generale cercare di non assumere posture rigide e di lasciarsi sostenere anche dalla respirazione.

I diversi modi di suonare il tamburo sciamanico sono connessi a ciò che si vuole raggiungere e le tecniche vengono passate da Maestro ad allievo durante la nostra formazione Rinascere nel Suono.

Le origini del tamburo sciamanico

ll tamburo è uno strumento presente da sempre nei popoli di tutto il mondo. Del resto, come dice la tradizione sciamanica delle Americhe, “esistono una sola umanità e una sola cultura”.

Già l’uomo primitivo generava vibrazioni e suoni con gli strumenti che trovava in natura, sperimentava come oggetti diversi creassero suoni diversi e come anche i diversi ambienti propagassero le onde sonore in maniera differente.

Quando poi si è arrivati alla costruzione dei primi tamburi, rendendosi conto ad esempio che la pelle era una membrana perfetta per costruirli, essi non sono diventati solo strumenti sciamanici, di cura e ritualità, ma anche oggetti di uso comune, militare e strumenti di comunicazione per trasmettere informazioni fra luoghi lontani.

In passato infatti non esisteva separazione tra la vita quotidiana e il momento sacro, tutta la vita era un costante rituale.

Come sono costruiti i tamburi sciamanici

La cornice di legno del tamburo, quasi sempre circolare, rappresenta il cerchio della vita.

In questo cerchio vengono anche rappresentati tutti gli aspetti del mondo dello sciamano: le forze elementari della natura, gli animali guida, le piante sacre e perfino il regno minerale, tutto esiste ed ha un suo posto specifico all’interno di questo cerchio.

La forma circolare del tamburo e la sua impugnatura spesso a croce, richiama poi uno dei simboli più importanti della cultura indio-americana: la Ruota di Medicina.

Questa ruota è chiamata dai nativi “di medicina” perché nella loro cultura la medicina è semplicemente il potere derivante della nostra esperienza, ovvero tutto ciò che può aprire all’essere umano una possibilità evolutiva al cambiamento ed alla guarigione sul piano energetico, emozionale e psico-fisico.

A proposito delle pelli, occorre dire che il tiraggio della pelle, il diametro e lo spessore di un tamburo incidono sul suo suono rendendolo più acuto o più grave.

Per quanto riguarda le diverse pelli utilizzate:

  • pelle d’asino: grande tenuta con l’umidità, suono acuto;
  • pelle di cavallo: simile a quella di asino;
  • pelle di capra: ottima, resistente, una delle più utilizzate;
  • pelle di cervo: caratteristiche simili a quella di capra, ma più spessa e sicuramente meno facilmente reperibile.
  • esistono anche tamburi realizzati in ecopelle.

Va segnalato, tuttavia, che le pelli animali impiegate finirebbero altrimenti gettate: scegliere di utilizzarle – secondo la propria sensibilità – può significare onorare l’animale, rendere la sua morte meno vana e, in qualche modo, più sacra.

Il battente è realizzato con un ramo e la grandezza della parte imbottita, fatta di pelle, ovatta e di un tessuto di rivestimento, è proporzionale alla lunghezza del ramo scelto.

Se si usa il tamburo per una meditazione è meglio un battente più morbido, se si desidera un suono secco è suggeribile realizzarlo più duro.

Cosa fare con un tamburo sciamanico

In tutte le culture il tamburo è uno strumento terapeutico.

Consente di ottenere stati alterati di coscienza e accedere ad altri mondi per ricevere messaggi, recuperare pezzi di anima e ricevere medicina, tutto questo sia per i singoli che per interi gruppi di persone e popoli.

Gli studi indagano su come il suono del tamburo possa indurre frequenze cerebrali vicine a quella della trance: Rodney Needham, Andrew Neher e Wolfgang Jilek.

Centrandoci il più possibile in una dimensione di ascolto attivo e vuoto interiore, raccogliamo in noi – direttamente dal campo energetico della persona che trattiamo – informazioni utili: colori, vibrazioni, parole, immagini…

Parallelamente osserviamo gli effetti sul paziente del suono e delle onde emanate.

L’onda energetica prodotta dal tamburo libera, sblocca, sostiene, aiuta a lasciarsi andare.

Si tratta di un lavoro molto ricettivo, dal connotato fortemente femminile (attributo presente anche nell’uomo, naturalmente).

In generale il tamburo si rivela particolarmente utile per “sgrossare”, fare un lavoro di pulizia e (ri)carica, in un movimento energetico che tenda ad andare dal basso (dalla Terra) all’alto.

Tuttavia non esistono regole cristallizzate e il modo in cui si sceglie, di volta in volta, di impiegarlo dipende dalle circostanze, dalla pratica, da cosa viene in quel momento evocato nell’operatore e nell’utente/gruppo.

Canto sciamanico accompagnato dal tamburo

Compito dello sciamano è quello di  recuperare i frammenti perduti oltre la grande soglia , perdita anche inconsapevole dell’anima o frammenti d’anima per cause traumatiche, transgenerazionali, karmiche.

Il Suono per noi è il maestro SCIAMANO e viaggia per noi, insieme a noi nel mondo “ALTRO” per recuperarla, per questo noi non conosciamo prima il nostro canto sciamanico.

Questo recupero avviene perché il tempo viaggia nel presente continuum senza passato ne futuro e senza il condizionamento della mente, tutto si fa senza sforzo.

Compito dello sciamano è quello di  recuperare i frammenti perduti oltre la grande soglia , perdita anche inconsapevole dell’anima o frammenti d’anima per cause traumatiche, transgenerazionali, karmiche.

 

Programma formativo Tamburo e Canto Sciamanico

Dom24Nov10:0018:00BATTITO DEL TAMBURO E CORO SCIAMANICORiservato Allievi 4A RnS10:00 – 18:00 Sound Pagoda di Rinascere nel Suono, Via Strambio 22, 20133 MilanoTipologia::Formazione

Dom08Dic10:0018:00SUONO E POTERE SCIAMANICORiservato Allievi 4A RnS10:00 – 18:00 Sound Pagoda di Rinascere nel Suono, Via Strambio 22, 20133 MilanoTipologia::Formazione Tags EventoPotere Sciamanico,suono

SCOPRI GLI STRUMENTI SUONO VIBRAZIONALI UTILIZZATI DA RnS